Come ricordare ciò che si legge

Qualche giorno fa mi è stato consigliato di vedere un video di Tim Ferriss dove spiega come fare a ricordare ciò che si legge. Tim usa sottolineare i concetti chiave che vuole ricordare e creare nelle prime pagine dei libri cartacei un indice dove riporta la loro sintesi seguita dal numero di pagina. Oltre a insegnare questo metodo consiglia anche molti libri che ha letto e se ti interessa vederlo e approfondire ti consiglio di guardarlo qui sotto.

How to Remember What You Read | How I Digest Books (Plus: A Few Recent Favorite Books) | Tim Ferriss

Come memorizzare

Questo metodo è sicuramente utile, ma ora ti propongo una tecnica per migliorarlo.

Esistono vari tipi di memoria: quella a breve, medio e a lungo termine. Per far si che ciò che abbiamo letto venga memorizzato nella memoria a lungo termine dobbiamo usare delle tecniche mnemoniche. Una tecnica che ti consiglio è la E.M.A.I.C.E “e mai più ce ne dimenticheremo” che consiste nel visualizzare un immagine associata all’idea che vogliamo ricordare che soddisfi alcuni requisiti.

  • Esagerazione
  • Movimento
  • Associazione
  • Inusuale
  • Coinvolgimento
  • Emotivo

In linea generale, possiamo definire una regola molto semplice: ogni informazione che si vuole ricordare va associata a un’ immagine concreta (evitando i concetti astratti) le cui caratteristiche saranno esagerazione, movimento, associazione inusuale e coinvolgimento emotivo. Il coinvolgimento emotivo si ottiene rappresentandosi immagini che siano in qualche modo note, familiari, e che abbiano un nesso con esperienze vissute ed emozionalmente significative.

Qualora tu voglia approfondire questa tecnica e impararne altre ti consiglio di leggerti il libro Più Memoria di Gianni Golfera, che puoi trovare qui, mentre se ti interessa l’origine e la storia di queste tecniche cerca l’arte della memoria Da Simonide di Ceo al De Umbris Idearum Di Giordano Bruno.

Questo è il primo articolo della categoria Crescita Personale.